Il nuovo sensore TrackSense Pro di Ellab misura accuratamente la pressione nei processi di pastorizzazione della birra

271

TrackSense Pro è un sensore di pressione da 8 bar che offre grandi vantaggi nel settore delle bevande e non solo

La maggior parte della birra che troviamo in commercio è pastorizzata. La pastorizzazione è il processo durante il quale la birra, dopo la fermentazione, viene riscaldata a temperature elevate per abbattere la carica batterica. In questo modo si riducono al minimo i rischi per la salute dovuti a microrganismi patogeni sensibili al calore, quali batteri in forma vegetativa, funghi e lieviti, con un’alterazione minima delle caratteristiche chimiche, fisiche ed organolettiche dell’alimento. Questo processo permette inoltre di aumentare la shelf life del prodotto. Durante la pastorizzazione della birra occorre misurare accuratamente la pressione: il nuovo sensore TrackSense Pro da  8 bar di Ellab risponde molto bene a questa necessità. Può essere utilizzato in combinazione con i datalogger di temperatura di Ellab, che consentono di calcolare facilmente le PU accumulate (unità di pastorizzazione) durante i processi  e altri dati critici. 

Questo nuovo sensore ad alta pressione offre alcune caratteristiche e vantaggi interessanti.
L’ampio range di misura da 20 mBar a 8 Bar (116 PSI) consente di coprire una gamma più alta di applicazioni, nel settore food & beverage, farmaceutico, medicale. 

Lo strumento è compatibile con i  datalogger TrackSense® Pro esistenti e funziona in combinazione con il software di convalida e calibrazione ValSuite® di Ellab; dispone di un sensore intercambiabile e presenta un design robusto in acciaio inossidabile AISI 316L che elimina la necessità di manutenzione. Combinando il sensore con il modulo Sky è possibile disporre di dati in tempo reale. 

Il nuovo TrackSense Pro si caratterizza inoltre per un’elevata precisione di misurazione ( ± 0,25% FS) che assicura prestazioni ottimali ed una frequenza di campionamento rapida (fino a 3 campioni / secondo).

Per ulteriori informazioni sul nuovo sensore o per trovare una soluzione personalizzata che risponda alle esigenze della vostra specifica applicazione non esitate a contattare Ellab scrivendo a italy@ellab.com o visitate il sito www.ellab.com.

Previous articleAuguri di Buone Feste!
Next articleCovid: monitoraggio della CO2 necessario per una ventilazione efficace