Oggigiorno, rapidità e semplicità di verifica dei termometri e sensori di temperatura sono un “must”, soprattutto quando si tratta della sicurezza di funzionamento delle macchine e degli impianti. Molto utilizzati per questo scopo sono i fornetti di taratura a secco.

Che cosa sono?

La figura mostra il design di base di un fornetto a secco | 1. Sensore soggetto al test |
2. Blocco di metallo solido (blocco a secco) | 3. Inserti intercambiabili per il sensore soggetto al test | 4. Sensore di riferimento RTD interno | 5. Elementi riscaldanti | 6. Ventola di raffreddamento

Un fornetto di taratura a secco è un’apparecchiatura elettronica che fornisce una temperatura in modo veloce, automatico e a secco. Con questo strumento, viene generata una temperatura controllata all’interno di un blocco equalizzatore allo scopo di tarare dei termometri che vengono posizionati nei fori all’interno di tale blocco. Un calibratore di temperatura a secco consiste di un blocco equalizzatore, di un’unità di controllo della temperatura per il blocco e di una sonda termometrica (riferimento interno) con un display per la determinazione della temperatura del blocco.

Design dei fornetti a secco

In linea di principio, ci sono due metodi per misurare correttamente la temperatura con i fornetti a secco:

• Un sensore di controllo integrato, utilizzato come sensore di riferimento interno, che trasforma il fornetto a  secco nel proprio strumento di riferimento.
• Un sensore di riferimento esterno (ad esempio l’ETS) montato attraverso l’inserto, che converte così il fornetto a secco in un dissipatore di calore.

Vantaggi e svantaggi

I principali vantaggi dell’utilizzo di blocchi a secco sono:

• Facile da trasportare 
• Nessun fluido che possa fuoriuscire
• Nessuna contaminazione dei sensori di temperatura che sono in fase di calibrazione
• Funzionamento rapido
• Progettato idealmente per sensori lunghi / diritti

Gli svantaggi dell’utilizzo di fornetti a secco sono:

• Precisione / stabilità inferiore rispetto ai bagni di calibrazione
• Difficile calibrare sensori corti e di forma non standard

Scopri l’ampia gamma di fornetti di taratura forniti da Ellab!

Contattaci

I nostri tecnici ti daranno informazioni dettagliate.










     Leggi la nostra Privacy and Cookies Policy e accetta le condizioni di utilizzo e trattamento dei tuoi dati. Tratteremo sempre le informazioni da te inserite con rispetto.



    Previous articleIncubatori: che cosa sono e a cosa servono?
    Next articleCome evitare le principali insidie durante la taratura con fornetti a secco?