termocoppie

Che cos’è la termocoppia e come funziona?

La termocoppia è un sensore per misurare la temperatura. E’ costituita da due fili di metalli diversi: due estremità di questi fili metallici sono saldate insieme (giunto caldo o giunto di misura) mentre le altre due (giunto freddo o giunto di riferimento) sono collegate ad un voltmetro. Le termocoppie determinano la temperatura misurando la tensione elettrica generata dalla differenza di temperatura tra i due giunti.

Quali sono i diversi tipi di termocoppia?

Le termocoppie sono disponibili in diverse combinazioni di metalli e tarature in base alle diverse applicazioni. Le tre tarature più comuni sono K, T, J. Il tipo T  è il più diffuso grazie al suo ampio intervallo di temperature di misura ed il suo basso costo. Vi sono termocoppie per calibrazioni ad alte temperature R, S, B, G, C e D che offrono prestazioni fino a 2320 °C. Sono costituiti da metalli preziosi (platino/rodio e Tungsteno/renio) e quindi sono relativamente costosi.
Sebbene la calibrazione della termocoppia determini l’intervallo di temperatura, la portata massima è limitata dal diametro del filo termocoppia. Cioè, una termocoppia molto sottile potrebbe non raggiungere l’intervallo di temperatura.

Come scegliere le termocoppie?

Esistono diversi tipi di termocoppie che corrispondono ad altrettante coppie di metalli. Ogni coppia di metalli possiede un range di misurazione diverso. La scelta del tipo di termocoppia dipenderà molto dal range di temperatura entro il quale sarà necessario lavorare, ma anche dal tipo di ambiente. 

FASINTERNATIONAL consiglia di seguire una serie di criteri per scegliere le termocoppie più adatte alle procedure di convalida dei processi termici: per conoscerli clicca qui! (link al pdf).


LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.